Violenza sessuale: don Rugolo resta ai domiciliari

Il gip di Enna respinge la richiesta degli avvocati

ENNA – Il gip di Enna Maria Luisa Bruno ha rigettato la richiesta di revoca della misura cautelare dei domiciliari, presentata dai legali di Giuseppe Rugolo, il sacerdote arrestato il 27 aprile scorso con l’accusa di violenza sessuale aggravata ai danni di minorenni.
Gli avvocati Antonino Lizio e Denis Lovison, che lo assistono, hanno presentato istanza al Tribunale del riesame per chiedere la scarcerazione di Rugolo.

scroll to top
Hide picture