Etna, risveglio con parossismo

Breve attività stromboliana ed emissione di cenere lavica dal cratere di Sud-Est

CATANIA – Ancora un parossismo dell’Etna, il quinto negli ultimi otto giorni. Attività stromboliana con emissione di cenere lavica stamattina dal cratere di Sud-Est, come conferma l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania.
Dalle 9.25 la fontana di lava è cessata. L’analisi delle immagini di videosorveglianza mostra che la nube eruttiva ha raggiunto un’altezza di circa 6.500 metri sul livello del mare.
Dalle 9.30 si osserva un rapido decremento dell’ampiezza media del tremore vulcanico, i cui valori attualmente sono su livelli medi con tendenza all’ulteriore decremento. Non si evidenziano variazioni di rilievo dai segnali delle stazioni della rete Gnss.
La nube eruttiva prodotta dall’attività si è dispersa in direzione Sud-Est, non impattando con l’operatività dell’aeroporto Bellini-Fontanarossa di Catania.

scroll to top
Hide picture