Vaccini ai parenti dei medici, inchiesta ad Agrigento

AGRIGENTO – La Procura di Agrigento ha aperto un’inchiesta su presunti abusi legati alla somministrazione dei vaccini anti Covid. L’attività di indagine è stata delegata alla polizia che ha convocato in questura alcune persone in qualità, per il momento, di informate sui fatti, per chiedere loro spiegazioni in merito alla somministrazione del vaccino.

In Procura sarebbero arrivate delle segnalazioni di persone che non rientrano nelle categorie per cui è prevista, in questa fase, la somministrazione del siero, e che, invece, sarebbero stati ugualmente vaccinate.

La maggior parte di loro sarebbero legate da rapporti di parentela con operatori sanitari. Le somministrazioni sarebbero state motivate con alcune direttive ricevute non sempre precise e, in alcuni casi, contraddittorie.


© La Sicilia Multimedia s.p.a.| p.iva 03655570871