Via libera ad AstraZeneca: “E’ sicuro, benefici superano i rischi”

BRUXELLES – Via libera dell’Ema al vaccino AstraZeneca. “Il vaccino AstraZeneca è sicuro, efficace, i benefici sono superiori ai rischi ed escludiamo relazioni tra casi di trombosi e la somministrazione dei sieri”, ha affermato la direttrice di Ema, Emer Cooke.

Per la commissione clinica dell’Ema il vaccino di AstraZeneca “non può essere associato a un incremento degli eventi di trombosi, tuttavia non può essere escluso un legame con i rari casi tromboembolici e perciò occorre avvertire di queste possibilità. Lanceremo ulteriori approfondimenti per capire di più riguardo agli eventi avversi rari segnalati”.

“Il foglietto illustrativo del vaccino AstraZeneca deve essere aggiornato: è importante che venga comunicato al pubblico e agli operatori sanitari perché apprendano meglio queste informazioni, permettendo loro di mitigare questi effetti collaterali”, ha aggiunto Sabien Straus, presidente del Prac (Commissione di farmacovigilanza).

“I casi di trombosi dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca sono inferiori a quelli che avvengono tra la popolazione non vaccinata – ha spiegato Straus – e i benefici del vaccino di AstraZeneca continuano a essere molto superiori ai rischi. La commissione sulla sicurezza dell’Ema non ha trovato prova di problemi di qualità o sui lotti”.

“Vaccinando milioni di persone, è inevitabile che si verifichino casi inattesi”, ha aggiunto Cooke precisando che la situazione verificatasi con AstraZeneca “non è imprevista”.

Visto il parere dell’Ema, domani dalle ore 15 riprendono in Italia le vaccinazioni con il vaccino anti-Covid di AstraZeneca, così come comunicato dal ministero della Salute.

La raccomandazione del Comitato di Farmacovigilanza (Prac) di Ema, afferma il ministero della Salute, “ha confermato il favorevole rapporto beneficio/rischio del vaccino antiCovid19 AstraZeneca, escludendo una associazione tra i casi di trombosi e il vaccino Covid 19. Ha inoltre escluso, sulla base dei dati disponibili, problematiche legate alla qualità e alla produzione”.

Sentito il ministro della Salute, la Direzione generale della Prevenzione e il Consiglio Superiore di Sanità, l’Agenzia italiana del farmaco Aifa rende noto che “sono venute meno le ragioni alla base del divieto d’uso in via precauzionale dei lotti del vaccino, emanato il 15 marzo 2021”. Pertanto, domani, “non appena il Comitato per i farmaci ad uso umano (Chmp) rilascerà il proprio parere, Aifa procederà a revocare il divieto d’uso del vaccino AstraZeneca, consentendo così una completa ripresa della campagna vaccinale a partire dalle ore 15”.

 

© La Sicilia Multimedia s.p.a.| p.iva 03655570871 | Privacy | Contattaci