Muore in ospedale, la furia dei parenti

Sciacca. Forzato l'ingresso della Rianimazione, pugni a un medico e macchinari devastati: 8 denunciati

SCIACCA (AGRIGENTO) – Otto persone sono state denunciate a Sciacca con l’accusa di interruzione di pubblico servizio. Sono i parenti di un paziente ricoverato nella Rianimazione dell’ospedale “Giovanni Paolo II” (non per Covid) che è deceduto.
Il gruppo, proveniente in parte da Cattolica Eraclea, in parte da Palma di Montechiaro, ha fatto irruzione nel reparto, forzando l’ingresso. Uno di loro ha danneggiato uno strumento diagnostico, scaraventandolo contro una parete; un altro ha colpito con un pugno uno dei medici in servizio.
Scattato l’allarme, sono intervenuti polizia e carabinieri che hanno riportato la calma.

scroll to top
Hide picture