Lo Stato contro San Berillo: arresti e multe

Ancora un'irruzione massiccia delle forze dell'ordine nel quartiere catanese: volano le sanzioni VIDEO

CATANIA – Ieri mattina operazione straordinaria interforze all’interno del quartiere San Berillo Vecchio, disposta dal questore Mario Della Cioppa per riaffermare la presenza dello Stato in una zona catanese in cui la criminalità è diffusa e i cittadini chiedono sicurezza.
E’ il sesto blitz di questo tipo negli ultimi mesi, con polizia, carabinieri, guardia di finanza, esercito e polizia locale. Il quartiere è stato nuovamente sottoposto a stringenti controlli di tutti quelli che stazionavano nelle vie interessate.
In particolare sono stati controllati 6 esercizi commerciali e contestati 4 illeciti amministrativi a vario titolo, per inosservanza della norme di prevenzione Covid, con relativa chiusura per 5 giorni; per mancanza di Scia; per omesso aggiornamento del manuale Haccp. In totale multe per 11.000 euro.
Il titolare di un negozio è stato indagato per l’ inadeguata conservazione degli alimenti vegetali, con conseguente sequestro. Sono state poi identificate 61 persone e sono stati controllati 43 automezzi: 45 le infrazioni al codice della strada, con sanzioni per un totale di 12.500 euro.

È stato arrestato un cittadino gambiano che, volendo sottrarsi al controllo, ha minacciato gli agenti brandendo una bottiglia di vetro rotta, per poi darsi alla fuga. L’uomo è stato a lungo inseguito e, una volta raggiunto è stato bloccato e ammanettato. Condotto in questura è stato arrestato perché inosservante all’ordine di espulsione a suo carico emesso dal questore di Bari nel 2020, e perché responsabile di violenza , minacce e resistenza.

scroll to top
Hide picture