Posteggiatori abusivi e recidivi, sospeso Rdc

La procura di Catania chiude le indagini: in 25 rischiano da 6 a 12 mesi di carcere, 15 perdono il reddito di cittadinanza

Posteggiatori abusivi e recidivi, sospeso Rdc

CATANIA – La Procura di Catania ha emesso un avviso di conclusione indagini nei confronti di 25 posteggiatori abusivi ‘recidivi’, per i quali potrà chiedere il rinvio a giudizio. Il provvedimento contesta la violazione del Divieto di accesso alle aree urbane (Dacur), che era stato emesso nei loro confronti dal questore Mario Della Cioppa, e la recidiva, nel biennio, di esercizio abusivo di attività non autorizzata.

Rischiano una condanna compresa tra sei mesi e un anno di reclusione. Accertamento della polizia di Stato, della guardia di finanza e e della polizia locale, hanno inoltre portato alla sospensione da parte dell’Inps del Reddito di cittadinanza a 15 parcheggiatori abusivi, che sono stati anche denunciati per indebita percezione di erogazioni pubbliche e false dichiarazioni personali.

Dal 1 luglio 2019 al 31 dicembre dello stesso anno sono stati complessivamente 344 i posteggiatori abusivi destinatari di sanzioni amministrative a Catania da parte delle forze dell’ordine e dei vigili urbani. Iri la polizia di Stato ne ha sanzionati altri tre.


Correlati