Sant’Agata a porte chiuse per il Covid

VIDEO – Pogliese: “Rappresenterò tutti i fedeli”
La festa catanese senza processione e con divieto di accesso in cattedrale: il programma. L’arcivescovo: “Ai devoti chiedo raccoglimento in preghiera a casa”

Sant’Agata a porte chiuse per il Covid

Presentato stamattina in arcivescovado a Catania il programma delle celebrazioni liturgiche in onore di Sant’Agata. Monsignor Salvatore Gristina, arcivescovo di Catania, ha illustrato lo svolgimento e le modalità delle celebrazioni alla presenza del sindaco Salvo Pogliese e del parroco della cattedrale, monsignor Barbaro Scionti.

Monsignor Gristina, ricordando che la festa si terrà senza processione e con messe a parte chiuse a causa della pandemia, ha chiesto ai cittadini e ai devoti compostezza e raccoglimento in preghiera a casa, accendendo un cero rosso davanti alle messe celebrate e trasmesse sui canali social dell’arcidiocesi di Catania su Facebook e su YouTube. Il sindaco Pogliese ha poi annunciato a sorpresa il conferimento della Candelora d’oro all’arcivescovo Gristina.

“Le annuali celebrazioni in onore di Sant’Agata – afferma monsignor Gristina – si svolgeranno tenendo presente l’attuale grave situazione epidemiologica e nel rispetto dell’essenziale della nostra tradizione locale. I giorni di festa, anche se vissuti senza i tipici aspetti esteriori che li caratterizzano, saranno per tutta la comunità ecclesiale l’occasione per accostarsi con fiducia, ancora una volta, alla coraggiosa testimonianza di fede della nostra giovane Concittadina”.

“A Sant’Agata – aggiunge l’arcivescovo – continueremo a rivolgerci perché sia nostra compagna di viaggio in questa difficile prova che la vita ci offre. A Lei, nostra amata protettrice, affideremo ancora una volta gli ammalati, il personale sanitario, il volontariato e i responsabili del bene comune. Con fiducia osiamo sperare di poter sperimentare ancora una volta la forza del Suo patrocinio”.

Il sindaco Pogliese (nel video l’intervista di Adelaide Barbagallo) ha spiegato: “Avrò l’onore e l’onere di rappresentare tutti i concittadini, mi auguro di essere all’altezza. L’edizione 2021 rappresenta qualcosa che nessuno di noi avrebbe pensato di poter vivere. Vorremmo far vivere le festività agatine nelle famiglie attraverso le immagini. La candelora d’oro all’arcivescovo era un atto doveroso, dopo 19 anni di servizio”.

Giorni 3, 4, 5 e 12 febbraio
Le celebrazioni si svolgeranno a porte chiuse, senza la presenza dei fedeli e trasmesse in diretta streaming sulla pagina Facebook e YouTube dell’Arcidiocesi di Catania. Negli stessi giorni la Basilica resterà chiusa.

Mercoledì 3 febbraio: alle 12 liturgia della parola a porte chiuse, il sindaco di Catania farà l’offerta della cera in rappresentanza dei cittadini. Gristina ha invitato le famiglie a radunarsi in preghiera a casa alle 20 e ad accendere un cero rosso davanti all’immagine di Sant’Agata. L’arcivescovo guiderà la preghiera per mezzo streaming.

Giovedì 4 febbraio: alle 6, l’arcivescovo, insieme al sindaco, a porte chiuse, partecipano all’apertura del sacello. A seguire Gristina presiederà la messa dell’Aurora. Al termine della celebrazione, il busto reliquiario verrà riposto nel sacello. Alle 18, Gristina procederà alla celebrazione dei primi Vespri rivolgendo il tradizionale messaggio alla città.

Venerdì 5 febbraio: ore 10, l’arcivescovo presiede il Pontificale; interverrà soltanto il sindaco a nome dell’intera cittadinanza. Nel corso della giornata, i fedeli e i devoti sono invitati a partecipare alla Santa Messa della solennità nella chiesa più vicina alla loro abitazione, nel rispetto delle norme anti-Covid.


Correlati