Il vaccino in Sicilia per posta

La prima fornitura di Moderna è arrivata in 5 città con i corrieri. Musumeci: “La gente sta rispondendo bene alla campagna”

Il vaccino in Sicilia per posta

È Poste italiane, tramite il suo corriere espresso Sda, a distribuire in tutta Italia la prima fornitura del vaccino Moderna arrivato ieri mattina presso l’Istituto superiore di sanità.

In Sicilia le consegne sono state effettuate in 5 strutture presenti nelle province di Caltanissetta, Catania, Messina, Ragusa e Siracusa. L’azienda, che già da tempo collabora con il commissario straordinario, ha attrezzato 40 furgoni con celle frigo da 1.300 litri ognuna e si sta occupando della consegna con un network dedicato che consentirà di collegare l’Iss di Roma direttamente con le Asl e gli ospedali interessati da questa prima fornitura.

“La comunità siciliana sta reagendo bene alla campagna di vaccinazione e siamo una delle prime regioni in Italia – dice il governatore Nello Musumeci -. Siamo intorno all’80%, abbiamo dovuto mettere da parte la quota per il richiamo e nel frattempo sono arrivate 50 mila nuove dosi che pensiamo di poter utilizzare entro questo fine settimana. Abbiamo creato una rete davvero fitta e la gente risponde ed è ben disposta. Mi auguro che anche qualche ricalcitrante possa convincersi della utilità del vaccino”.

Intanto Albert Bourla, presidente e amministratore delegato di Pfizer, ha affermato durante un evento on line che “secondo i primi studi c’è un’elevata efficacia del vaccino Pfizer/BioNTech contro la variante britannica e sudafricana”.


Correlati