Case, soldi in banca e lavori in nero: 52 furbetti con il reddito di cittadinanza

Indagine delle fiamme gialle a Siracusa: individuate posizioni irregolari per 600 mila euro

Case, soldi in banca e lavori in nero: 52 furbetti con il reddito di cittadinanza

SIRACUSA – La Guardia di finanza di Siracusa ha denunciato 52 persone che percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza. L’attività, sviluppata attraverso 67 controlli, ha permesso di individuare 52 posizioni irregolari che hanno in tutto percepito oltre 600 mila euro.

In tutto sono 76 i soggetti, individuati a Siracusa e provincia che, nel corso dell’anno 2020, hanno percepito il beneficio senza averne diritto. In particolare 8 non hanno indicato i redditi provenienti da vincite conseguite nei conti di gioco on-line; 15 hanno omesso di comunicare possidenze mobiliari o immobiliari; 2 hanno comunicato una residenza fittizia, risultando altresì carenti della residenza continuativa in Italia nei 2 anni precedenti all’istanza.

Altri 5 sono risultati lavoratori irregolari, inseriti in nuclei familiari percettori del beneficio; uno ha comunicato dati non veritieri in merito all’attività lavorativa del coniuge; uno non ha indicato i redditi esenti da imposta, percepiti dall’Inail; 12 hanno reso dichiarazioni o documenti falsi o attestanti cose non vere; 8 hanno reso o utilizzato dichiarazioni o documenti falsi o attestanti cose non vere della variazione del reddito o del patrimonio. I 52 soggetti, e altre 2 persone, concorrenti negli illeciti, sono stati segnalati all’Autorità giudiziaria.


Correlati