Covid: è strage di medici

Ottanta camici bianchi morti nella seconda ondata della pandemia, il totale sfiora le 260 vittime

ROMA – Salgono a 259 i medici deceduti a causa della pandemia da Covid. Un altro professionista ha infatti perso la vita: è Giovanni Ferraro, 55 anni, medico di medicina generale al distretto 13 dell’Asl Roma 1. Con Ferraro salgono a 80 i camici bianchi morti nella seconda ondata. Lo rende noto la Federazione nazionale degli ordini dei medici.
“È il tempo del dolore e del distacco – commenta il presidente Fnomceo, Filippo Anelli -. Ma è anche il momento di individuare ed eliminare i rischi. Per ogni medico che muore, oltre al dolore umano dei familiari, degli amici, dei pazienti, ci sono 1500 persone che si trovano senza il loro medico di famiglia, reparti d’ospedale che si trovano senza uno specialista. Dobbiamo porre fine a questa strage, straziante per noi e che costituisce una ferita per tutto il Servizio sanitario nazionale”.
Intanto si spera nel vaccino per cercare di neutralizzare il coronaviruis. “Stiamo lavorando senza sosta perché la vaccinazione inizi da metà gennaio”. Lo ha confermato il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri in conferenza stampa ribadendo che i primi ad essere vaccinati saranno operatori sanitari e personale e ospiti delle Rsa. “I numeri delle persone da vaccinare nelle diverse regioni saranno perfezionati in queste ore”, ha spiegato Arcuri.

scroll to top
Hide picture