Forte terremoto in Sicilia orientale: scossa avvertita in quasi tutta l’Isola

Sisma di magnitudo 4.4 con epicentro nel tratto di costa tra Vittoria e Acate. Lesionato un edificio a Gela. Il sindaco di Ragusa: “Tanta paura, ma non ci risultano danni”

Forte terremoto in Sicilia orientale: scossa avvertita in quasi tutta l’Isola

Una forte scossa di terremoto è stata registrata nella Sicilia orientale alle 21.27 di questa sera.

Il sisma, durato diversi secondi, secondo le stime dell’Ingv ha avuto una magnitudo di 4.4.

L’epicentro è stato localizzato tra le province di Ragusa e Caltanissetta, al largo della costa ragusana, a 15 chilometri da Vittoria, 16 da Acate, 17 da Santa Croce Camerina e 19 da Gela. La profondità dell’evento è stimata in 30 chilometri.

La scossa è stata avvertita chiaramente non solo Catania e Siracusa, ma in quasi tutta la Sicilia, anche nel Nisseno, nell’Agrigentino e perfino a Palermo, a circa 300 chilometri dall’epicentro.

Secondo i primi rilievi la forte scossa non avrebbe causato danni gravi. Il presidente della Regione, Nello Musumeci, si è messo in contatto con il prefetto di Ragusa, Filippina Cocuzza, e con il capo della Protezione civile regionale Salvo Cocina, per un costante aggiornamento della ricognizione di eventuali conseguenze.

“Siamo in contatto con i sindaci dei comuni più vicini all’epicentro – ha spiegato Cocina – una settantina circa perché la scossa è stata percepita tra Ragusa, Siracusa, Enna, Catania e in tutta la fascia tirrenica. Abbiamo registrato centinaia di chiamate ai centralini di vigili del fuoco e protezione civile di persone impaurite ma non si registrano danni per la popolazione. Qualche possibile danneggiamento potrebbero averlo riportato vecchi edifici della fascia costiera ragusana, ma attualmente sono in corso ulteriori verifiche sul territorio da parte di sindaci e protezione civile”.

La scossa ha provocato lesioni in un edificio di otto piani a Gela. Molta paura, soprattutto a Vittoria e Modica, dove la gente si è riversata per strada. Nella zona Marina di Ragusa è stato sentito un forte boato, poi un tremore della terra che è durato più di una decina di secondi.

Lo stesso è accaduto a Pozzallo, dove gli abitanti hanno sentito il boato, quindi in molti sono usciti dalle proprie abitazioni, soprattutto quelle non antisismiche, dove il tremore degli edifici è stato più forte.

“C’è stata tanta paura – spiega il sindaco di Ragusa, Giuseppe Cassì – ma non ci risultano danni al momento, né feriti. Io non mi sono accorto del terremoto perché ero in auto. Siamo in giro per la città per fare dei sopralluoghi e delle verifiche assieme alla protezione civile comunale, ma sembra che non ci siano danni”. Lo stesso dato emerge dai sopralluoghi in corso in altri comuni della zona, anche più vicini all’ipocentro, come Vittoria. “Abbiamo una chat tra sindaci – rivela Cassì – e nessuno segnala danni a cose o persone, per fortuna”.

Il terremoto è stato avvertito anche in provincia di Siracusa. Nel capoluogo, nella zona di piazza Adda i palazzi hanno tremato. Paura anche a Floridia e Solarino, così come nella zona sud, tra Portopalo, Pachino, Rosolini e Noto.


Correlati