Agrigento, i templi sulle pareti delle corsie

di Nuccio Sciacca – Immagini della Valle archeologica nel reparto di radioterapia

Agrigento, i templi sulle pareti delle corsie

Non è raro che i pazienti una volta dimessi dall’ospedale ricordino con tristezza le pareti bianche della loro stanza d’ospedale. Ad Agrigento hanno pensato di riportare allora sulle pareti delle corsie le splendide immagini della Valle dei Templi a cui è affidato il compito di trasmettere, per quanto possibile, un senso di serenità ai pazienti in trattamento.

Cambia così, radicalmente, l’aspetto degli ambienti dedicati alla radioterapia del presidio ospedaliero San Giovanni di Dio grazie all’installazione di gigantografie artistiche dal valore profondamente evocativo. Il risultato è stato ottenuto grazie alla consolidata collaborazione fra la direzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento e i volontari dell’Associazione Malati in Cura Oncologica onlus (Amico) coordinati dal presidente Riccardo Barrano.

I locali che ospitano l’acceleratore lineare accoglieranno i pazienti in maniera certamente più confortevole e ospitale secondo un preciso intendimento del commissario straordinario, Mario Zappia, volto a umanizzare sempre più i percorsi di cura.

Dal tempio dei Dioscuri a quello di Ercole, dalle rovine dell’edificio sacro dedicato a Giove olimpico sino alla magnificenza del Concordia, dal telamone adagiato nel suo riposo millenario fino alle bianche marne della Scala dei Turchi, i pazienti del reparto potranno condurre un suggestivo viaggio ideale rasserenando mente e cuore prima ancora di sottoporsi alle cure.


Correlati