Covid: in Sicilia 35 morti e 16% positivi, nel Messinese un’altra zona rossa

Coronavirus: 1.363 i nuovi casi, più della metà nelle province di Palermo e Catania. Cesarò e San Teodoro in isolamento, ma Sambuca e Torretta arancioni da mezzanotte. Deputato di Italia viva contagiato, chiude l’Ars

Covid: in Sicilia 35 morti e 16% positivi, nel Messinese un’altra zona rossa

Altri 35 morti e 1.363 nuovi casi. Questo il bilancio dell’emergenza coronavirus in Sicilia nelle ultime 24 ore. I tamponi effettuati sono stati circa 8.500, per una percentuale di contagiati del 16%. Ieri i contagi giornalieri erano 1.423, ma con mille test in più.

Quattordici in più i ricoveri in ospedale, 10 dei quali in terapia intensiva, 104 i guariti.

Questa la distribuzione dei nuovi positivi per provincia: 459 a Palermo, 406 a Catania, 137 a Ragusa, 116 a Siracusa, 103 a Trapani, 73 a Messina, 53 a Caltanissetta, 15 ad Agrigento, uno a Enna.

CESARO’ E SAN TEODORO IN QUARANTENA. Diventano cinque le “zone rosse” in Sicilia. Lo ha deciso il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, che ha istituito una zona off-limits a Cesarò (dove sono stati riscontrati 85 positivi) e San Teodoro (63 contagiati), in provincia di Messina.

L’ordinanza resterà in vigore dalle 14 di domani fino a domenica 15. Il nuovo provvedimento prevede un’unica “zona rossa”, tenuto conto della contiguità dei medesimi territori e della presenza di attività lavorative essenziali interconnesse.

L’ordinanza prevede, inoltre, l’istituzione e l’insediamento, con presidio fisso a Cesarò h24, di una Usca di Pronto intervento per entrambe le comunità. Attualmente risultano attive in Sicilia le “zone rosse” di Sambuca di Sicilia (Agrigento) e Torretta (Palermo) che scadranno oggi a mezzanotte; Vittoria (Ragusa) e Centuripe (Enna) fino al 10 novembre).

SAMBUCA NON PIU’ ZONA ROSSA. A Sambuca i positivi al Covid sono attualmente 60 e ci sono stati fino a ora 10 decessi (alcuni erano ospiti della casa di riposo dove c’è stato un focolaio, ma provenienti da altri comuni); sono 61 invece le persone già guarite.

“Da domani anche noi, come tutta l’isola, saremo zona arancione – ha detto il sindaco Leo Ciaccio -. L’unica preoccupazione che ho è che lunedì riaprono le scuole, chiuse dal 15 ottobre. Non posso intervenire come sindaco, ma invito il dirigente scolastico a chiedere il tampone agli insegnanti che provengono da altri Comuni per non vanificare i sacrifici fatti fino ad ora. Sambuca è la città della bellezza e della cultura, queste certezze ci permetteranno sempre di superare tutte le difficoltà”. Sambuca di Sicilia era zona rossa dallo scorso 16 ottobre.

OTTO POSITIVI IN CASA DI RIPOSO PER ANZIANI. Otto persone sono risultate positive al coronavirus a Casa Serena, la struttura di accoglienza per anziani di Messina gestita da Messina Social City. Si tratta di 3 anziani ospiti e 5 operatori, tutti asintomatici e risultati positivi in seguito a uno screening voluto dalla stessa Messina Social City. L’azienda speciale ha fatto scattare il protocollo di sicurezza disponendo l’isolamento per gli anziani e i membri del personale contagiati.

ARS CHIUDE PER COVID. Anche il Parlamento siciliano chiude per Covid. Dopo avere accertato la positività di un deputato regionale, Giuseppe Laccoto di Italia viva (asintomatico), l’Assemblea ha deciso di sospendere l’attività di aula e le commissioni per una settimana, da lunedì a sabato prossimi, per la sanificazione dei locali di Palazzo dei Normanni e anche per permettere lo svolgimento in sicurezza della prova del concorso per consigliere parlamentare che si svolgerà da giovedì 12 a sabato 14.

Per funzionari e dipendenti che lavorano al Parlamento regionale scatta lo smart working. La seduta d’aula, che era stata convocata per martedì, slitta a martedì 17 novembre.

IN ITALIA QUASI 40.000 CONTAGI IN PIU’. In tutta Italia sono 39.811 i nuovi casi di positività al coronavirus nelle ultime 24 ore. Le vittime sono 425. Complessivamente sono 902.490 i contagiati, comprese vittime e guariti, mentre il totale dei morti è di 41.063.


Correlati