Scuole chiuse, aiuti a imprese e famiglie

Messina. Il sindaco De Luca vara una serie di misure anti-Covid, sospesi tributi comunali e parcheggi a pagamento

Scuole chiuse, aiuti a imprese e famiglie

MESSINA – E’ stata firmata nella tarda serata di ieri l’ordinanza del sindaco di Messina Cateno De Luca che dispone da oggi e fino all’8 novembre la chiusura di tutti i plessi e di tutti gli istituti scolastici, di ogni ordine e grado, pubblici e paritetici, ivi compresi gli asili nido, al fine di consentire all’Asp di svolgere in sicurezza i controlli sui contatti stretti positivi e l’emissione dei relativi provvedimenti.

L’ordinanza dispone che i dirigenti scolastici dovranno provvedere, prima della ripresa dell’attività didattica, alla sanificazione dei locali, anche avvalendosi delle apposite risorse messe a disposizione dal Comune di Messina e dalla Città metropolitana. Il Comune ha varato anche un pacchetto di aiuti alle famiglie e alle imprese per un importo complessivo di 25 milioni 343 mila euro, di cui circa 14 quale misura si sostegno e 11 quale misura di esenzione.

Sarà attivata nuovamente la Family Card per l’erogazione di alimenti di prima necessità, estendendo il valore della misura a 6 milioni 200 mila euro. Per le scuole comunali (infanzia, primarie e secondarie di primo grado) è previsto un contributo nell’ambito delle misure di contrasto alla diffusione del Covid-19 per un ciclo di sanificazione straordinaria per un valore complessivo di centomila euro; la medesima misura è stata prevista per le scuole ricadenti nelle competenze della Città metropolitana.

Dal 2 novembre al 31 dicembre sarà prevista l’esenzione delle tariffe di sosta nelle aree Ztl e l’esenzione dal pagamento dell’importo dovuto per la fruizione del servizio di scuolabus. Previste altre esenzioni.


Correlati