Palermo, tensione a protesta contro chiusure: petardo ferisce un cameraman

Appartenenti ai centri sociali hanno lanciato oggetti contro le forze dell’ordine, che hanno reagito con una carica: due fermati FOTO

Palermo, tensione a protesta contro chiusure: petardo ferisce un cameraman

PALERMO – Tensione in corso Vittorio Emanuele, a Palermo, durante la manifestazione organizzata dai commercianti, iniziata alle 18.

Dopo un po’ alcuni appartenenti ai centri sociali hanno lanciato petardi e bottiglie di vetro contro le forze dell’ordine in tenuta antisommossa, che hanno reagito con una carica.

Un petardo ha colpito un operatore di Mediaset, che è stato soccorso da un’ambulanza e ha ricevuto le prime cure.

La polizia ha inseguito i manifestanti dei centri sociali lungo corso Vittorio Emanuele (dove sono stati divelti cestini, fioriere e panchine), prima che si disperdessero nei vicoli del centro storico, e ha poi fermato due persone, subito condotta in questura.

“Oggi alcuni gruppuscoli isolati che ricorrono ad inaccettabili atti di violenza hanno confermato il senso di responsabilità e la civiltà dei tanti che, pur colpiti da una gravissima crisi sanitaria ed economica, stanno legittimamente protestando in modo civile”, ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

” Nel dare la mia piena solidarietà alle forze di polizia impegnate, ribadisco – aggiunge – che occorre dare risposte a chi sta subendo tale crisi, con adeguati e immediati interventi del governo nazionale e della Regione, che non possono ignorare le conseguenze sociali ed economiche di provvedimenti, pur necessari, per contrastare una mortale pandemia”


Correlati