Naufragio a Lampedusa: 5 dispersi

Barchino a fondo, due malati di Covid tra i 15 salvati da un peschereccio di Mazara

Naufragio a Lampedusa: 5 dispersi

AGRIGENTO – Un barchino, con a bordo 20 persone è naufragato trenta miglia a sud di Lampedusa, in acque internazionali. Quindici naufraghi sono stati tratti in salvo da un peschereccio di Mazara che si trovava nelle vicinanze.

L’imbarcazione dopo l’intervento di soccorso ha fatto rotta verso Lampedusa. I superstiti, fra cui due donne e due bambini che avrebbero perso la mamma, sono stati sbarcati sull’isola e portati all’hotspot.

Fra i sopravvissuti due persone sono risultate positive al Covid e dunque, al momento, tutti vengono tenuti in isolamento. Secondo il loro racconto i dispersi sarebbero cinque, fra cui due bambine e una donna incinta.

Delle ricerche – per quello che è stato dichiarato come un evento Sar – si stanno occupando i soccorritori italiani e maltesi. Le condizioni del mare, peggiorate all’improvviso durante la notte, sono pessime.

I dispersi del naufragio dovrebbero essere due libici, due donne, una delle quali di origine marocchine e suo figlio.


Correlati