Quattro comuni siciliani tornano alle urne

Ballottaggi ad Agrigento, Carini, Augusta e Floridia, seggi aperti domenica e lunedì

Quattro comuni siciliani tornano alle urne

In Sicilia per i ballottaggi, del 18 e 19 ottobre, occhi puntati su Agrigento, unico capoluogo di provincia al voto. Urne aperte anche a Carini, Augusta e Floridia. Nella città dei Templi, la sfida è tra l’uscente Lillo Firetto, appoggiato da liste di centro, e Franco Miccichè (Vox e liste civiche), che ha ricevuto nei giorni scorsi l’endorsement del governatore Nello Musumeci, suscitando malumori in ambienti Udc, partito che appoggia il presidente della Regione. A sorpresa, proprio Miccichè al primo turno aveva ottenuto il maggior consenso: 36,6%; mentre Firetto è stato votato dal 27,8% degli elettori.

A Carini il duello è tra l’uscente Giovi Monteleone (centrosinistra) che aveva avuto il 37,5% delle preferenze, e Totò Sgroi (centrodestra) al 33,5%.

Ad Augusta sfida ‘civica’ tra Pippo Gulino (31,4%) e Giuseppe Di Mare (27,1%). Floridia la contesa è tra Marco Carianni (26,1%, civiche) e Salvo Burgio (17,2%, FdI e lista civica).

I seggi saranno aperti domenica 18, dalle 7 alle 22; lunedì dalle 7 alle 14. Durante le operazioni di voto saranno pubblicate quattro rilevazioni sull’affluenza degli elettori al voto; alle 12,30, alle 19,30 e alle 22,30 di domenica 18 ottobre; alle 15,30 di lunedì.

Le operazioni di scrutinio avranno inizio lunedì, immediatamente dopo il completamento delle operazioni di voto.


Correlati