Continuano aggressioni razziste a Marsala, ferito anche poliziotto libero dal servizio

Stranieri presi di mira dal branco, botte e coltellate all’agente intervenuto: tre arresti VIDEO

Continuano aggressioni razziste a Marsala, ferito anche poliziotto libero dal servizio

MARSALA (TRAPANI) – All’alba i carabinieri di Marsala hanno arrestato tre giovani per violente aggressioni in centro storico, sia ai danni di stranieri, sia in questo caso anche di un poliziotto intervenuto a sedare la rissa. In manette Salvatore Crimi, 18 anni, già detenuto in carcere per fatti analoghi, Samuele Maggio, 19 anni, e Salvatore Di Dia, 23 anni. Coinvolto anche un minorenne deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Palermo, in corso le ricerche di una quinta persona.

Gli arrestati hanno aggredito due giovani stranieri, apparentemente senza motivo. Un poliziotto libero dal servizio, trovandosi a pochi metri dal fatto, è corso in aiuto dei due malcapitati. Il branco, colto di sorpresa dall’intervento del poliziotto, si è disperso e ciò ha permesso la fuga ai due stranieri che hanno potuto fare ricorso alle cure dei sanitari.

Tuttavia, pochi minuti dopo, il gruppo di aggressori si è ricomposto, questa volta rivolgendo la sua furia contro l’agente di polizia che, dopo essere stato accerchiato e bloccato, è stato aggredito ripetutamente con un coltello a serramanico e con calci e pugni da circa dieci ragazzi.

Il pronto intervento dei carabinieri ha fermato l’azione del branco impedendo ulteriori e più gravi conseguenze per il poliziotto. Gli arrestati sono stati portati nella casa circondariale Cerulli di Trapani. L’agente di polizia ha riportato diversi traumi in tutto il corpo e due ferite da taglio all’addome e alla coscia, ma non è in pericolo di vita.


Correlati