Pesce non tracciato al mercato di Ballarò

Palermo. Sequestrati oltre 250 chili tra vongole, cozze e pesce spada esposti sul bancone o conservati nella cella frigorifera

Pesce non tracciato al mercato di Ballarò

PALERMO – La polizia di Stato, la Capitaneria di Porto e il personale dell’Asp hanno sequestrato oltre 300 chili di pesce non tracciato nel mercato storico di Ballarò, a Palermo.

In una pescheria sono stati sequestrati oltre 100 chili di vongole, cozze e pesce spada, esposti sul bancone, e altri 150 chili di pesce spada non tracciato nella cella frigorifero. Al titolare della pescheria è stata inflitta una sanzione di 1.500 euro.

Nel corso dei controlli è stata trovata nella zona di via Oreto una taverna abusiva. I poliziotti, dopo aver posto sotto sequestro il locale con tutto il suo contenuto, hanno elevato sanzioni al proprietario per 8.000 euro per la mancanza della Scia comunale e sanitaria.


Correlati