Tromba d’aria a Messina e Catania allagata

di Tonino Demana. Ondata di maltempo sul versante orientale dell’isola: vigili del fuoco intervengono nei sottopassi per soccorrere automobilisti FOTOVIDEO: fulmini alla circonvallazione

Tromba d’aria a Messina e Catania allagata

Un’improvvisa ondata di maltempo ha colpito la Sicilia, in particolare il versante jonico dell’isola.

Nel pomeriggio una tromba d’aria si è abbattuta tra Giampilieri e Scaletta causando ingenti danni ad alcune attività commerciali.

Il mini vortice ciclonico, probabilmente originato in mare, si è improvvisamente scagliato sulla terraferma. L’insegna di una nota pizzeria è stata letteralmente staccata dai supporti, finendo a terra e sfiorando alcune auto in sosta.

Ombrelloni, sedie e tavoli sono stati scaraventati a metri di distanza; scoperchiati anche i tetti di alcune abitazioni, mentre diversi rami di alberi sono stati sradicati.

Il maltempo si è poi spostato a sud, colpendo Catania e provincia. Un nubifragio, annunciato da almeno venti minuti di tuoni e lampi, si è abbattuto sulla città etnea.

Numerosi sono stati gli interventi dei vigili del fuoco. In particolare sono stati tratti in salvo gli occupanti di due autovetture rimaste intrappolate in un sottopasso allagato a Valcorrente, dov’è stato necessario l’ausilio dei sommozzatori.

Altre persone rimaste all’interno delle loro auto in un sottopasso allagato, in Via Felice Fontana, sono state tratte in salvo dai vigili del fuoco intervenuti.

L’asfalto reso viscido dalla pioggia ha provocato due tamponamenti: uno sulla tangenziale di Catania all’altezza dello svincolo per Misterbianco ed uno sull’A18 tra Acireale e la barriera di San Gregorio; in entrambi i casi non si registrano feriti, ma solo danni ai mezzi coinvolti.


Correlati