Missione Biagio Conte, contagi in aumento: le quattro strutture dichiarate “zona rossa”

Palermo. In 37 positivi al coronavirus, scatta l’ordinanza di Musumeci. Presidio della polizia davanti ai cancelli

Missione Biagio Conte, contagi in aumento: le quattro strutture dichiarate “zona rossa”

PALERMO – Sono positivi al coronavirus 37 ospiti della Missione Speranza e Carità in via Decollati a Palermo. Da ieri sera il cancello della comunità è presidiato dalla polizia. I medici dell’Asp stanno continuando a effettuare i tamponi.

Al momento solo 3 migranti ospiti della comunità di Biagio Conte hanno accettato di essere trasferiti all’hotel San Paolo. Gli altri si rifiutano. Nella struttura vi sono 600 ospiti. Questa mattina è stato convocato un vertice in prefettura.

Il governatore Musumeci con una ordinanza ha stabilito che le quattro strutture della “Missione Speranza e Carità” diventano da oggi zona rossa. La decisione è stata adottata dopo un vertice con l’assessore alla Salute Ruggero Razza e il direttore generale dell’Asp di Palermo Daniela Faraoni, che hanno esaminato l’andamento del contagio e la pericolosa promiscuità all’interno delle strutture.

Ad accentuare la situazione di criticità è stato il rifiuto della quasi totalità dei soggetti ospitati a farsi condurre al Covid-Hotel San Paolo per la quarantena obbligatoria. Nei centri, adesso, potranno entrare e uscire solo gli operatori sanitari e socio-sanitari e il personale impegnato nella assistenza alle attività inerenti l’emergenza.

A garantire la effettività dell’ordinanza di Musumeci, adottata ai sensi dell’articolo 3 del Dl 25 marzo 2020 n.19, dovranno essere le forze dell’ordine, all’esterno delle strutture. Nei quattro centri della Missione già ieri sono stati inviati gruppi tecnici dell’Azienda sanitaria della Regione per verificare la piena osservanza delle misure di prevenzione e quattro squadre Usca per sottoporre a tampone rapido gli oltre settecento ospiti.


Correlati