“Gli incivili saranno filmati e stanati”

di Tonino Demana. A Catania installato sistema di videosorveglianza nella discarica di via Fondo Romeo. Cantarella: “Disinneschiamo bombe ecologiche”

“Gli incivili saranno filmati e stanati”

CATANIA – Hanno bonificato, lottato, denunciato, raccolto firme per denunciare lo scempio ambientale in via Fondo Romeo, da noi ribattezzata la “Terra dei fuochi di Catania”.

Oggi l’assessore comunale all’Ecologia, Fabio Cantarella, i consiglieri comunali Giovanni Petralia, Dario Grasso ed Agatino Giusti, Multiservizi, residenti, imprenditori della zona possono ritenersi soddisfatti. Quelle denunce supportate anche dalla stampa hanno prodotto i risultati sperati, visto che sono state installate telecamere ultima generazione autoricaricabili con energia solare.

Di buon mattino ecco finalmente un grosso camion che questa volta non scaricherà rifiuti o inerti, ma è lì per installare le tanto attese telecamere, unico deterrente per stanare gli incivili. Dispositivi che saranno direttamente collegati alla centrale operativa della polizia municipale di Catania.

“Prende vita un progetto fortemente voluto dai residenti della zona e non solo – afferma l’assessore comunale all’Ecologia, Fabio Cantarella – attraverso sofisticati sistemi tecnologici monitoreremo quattro siti su 151 discariche individuate sul territorio. Tra un mese faremo un primo bilancio ed eventualmente procedere all’installazione di altre telecamere. L’obiettivo è sempre quello di stanare gli incivili e di disinnescare altre bombe ecologiche”.

“Dopo un lavoro lungo anni si è proceduto all’installazione di telecamere di videosorveglianza sulla discarica abusiva di via Fondo Romeo – spiega il consigliere comunale Giovanni Petralia -. Una vera e propria discarica a cielo aperto che da tempo impegnava l’Amministrazione comunale a sacrificare risorse per sostenere continue bonifiche dell’area”.

Tutti sperano che la videosorveglianza possa generare risultati positivi per estendere il progetto anche in altre zone critiche di Catania. Via Calliope, speriamo di utilizzare il passato, era tristemente nota per l’enorme materiale che veniva scaricato sulla sede stradale: dai mobili in disuso all’Eternit, dai pneumatici alle carcasse di animali (maiali e tonni giganti).


Correlati