Taormina Film Fest, fondi ridotti del 70%

Clamoroso taglio del Mibact alla storica manifestazione. Videobank: “Inspiegabile, speriamo si tratti solo di una vistosa distrazione”

Taormina Film Fest, fondi ridotti del 70%

TAORMINA – “Il ministero ha tagliato del 70% i fondi per il Taormina Film Fest, storica manifestazione che, con 66 anni di storia, è il secondo festival cinematografico d’Italia dopo la Mostra del Cinema di Venezia che di stagioni ne conta 77. A fronte dei 160.000 euro assegnati nel 2019, quest’anno il contributo si è fermato a 50.000”.

Lo afferma Lino Chiechio, general manager di Videobank, società titolare della concessione del marchio Taormina Film Fest per il triennio 2020-2022, che “denuncia l’inspiegabile riduzione” e annuncia di “aver già avanzato richiesta di accesso agli atti tramite il proprio ufficio legale”.

L’edizione 2020 si è svolta dall’11 al 19 luglio, per garantire la continuità dell’evento nonostante le criticità legate alle misure anti-Covid, con un format nuovo e dematerializzato. Bypassando le limitazioni logistiche a Taormina e l’inevitabile riduzione di pubblico per lo stop al turismo internazionale, Videobank ha traghettato la programmazione dei film in streaming su MYmovies con in concorso 11 anteprime mondiali, 12 internazionali e 19 nazionali.

“Siamo stupefatti da questa clamorosa e ingiustificata riduzione di contributi da parte del Mibact – commenta Chiechio – non soltanto nei confronti di un festival come quello di Taormina che ha una lunga e gloriosa tradizione alle spalle, ma anche in considerazione delle risorse assegnate a manifestazioni con una storia meno radicata e con programmazioni meno complesse, anche in termini di pellicole inedite, del Tao Film Fest. Non si comprende l’iter logico giuridico adottato dalla commissione assegnatrice nel ripartire le somme. Nel richiedere l’accesso agli atti, ci auguriamo che si tratti di una vistosa ‘distrazione’ alla quale si possa presto porre rimedio”.

Chiechio cita un’analisi comparata fra le varie manifestazioni che hanno partecipato al bando Mibact 2020: “Su 82 festival associati all’Aic, 58 hanno ricevuto dal Mibact lo stesso contributo del 2019, 15 un aumento, 9 una decurtazione, e Taormina Film Fest è l’unico, tra quest’ultimi, ad aver subito un taglio del 70%”.


Correlati