Eolie invase: “Le strade sono discoteche”

L’allarme del Codacons: “Migliaia di turisti si accalcano senza mascherine, di notte c’è il caos”

Eolie invase: “Le strade sono discoteche”

PALERMO – “Invasione di turisti alle isole Eolie dove si registrano assembramenti intollerabili e molti villeggianti, specie i più giovani, non rispettano le norme sull’uso delle mascherine”. La denuncia arriva dal Codacons, che ha inviato i propri ispettori.

“La situazione più grave si registra nei porti in occasione delle partenze di aliscafi e traghetti, dove migliaia di persone (a Stromboli, Panarea, Lipari, ecc.) si accalcano sulle banchine creando pericolosi assembramenti – denuncia il Codacons -. L’atmosfera si infuoca di notte a Lipari, dove le strade si trasformano in discoteche all’aperto di fronte ai locali che suonano musica dal vivo: qui centinaia di giovani ballano l’uno sull’altro senza rispettare le distanze minime e senza indossare le mascherine”.


Correlati