Licodia Eubea, presi i predatori d’uva

Erano arrivati da Catania per razziare i vigneti della zona: 4 arresti

Licodia Eubea, presi i predatori d’uva

CATANIA – I carabinieri di Licodia Eubea hanno arrestato Luciano Carani di 47 anni, Antonino Carani di 22, Antonino Strano di 54 e Francesco Cuvello di 56, tutti catanesi, ritenuti responsabili di tentato furto aggravato in concorso. Un coltivatore, proprietario di un vigneto in C.da Sciri Sotto del comune di Licodia Eubea, era accorso nel proprio appezzamento di terreno allertato dal silente sistema d’allarme che aveva installato nel suo appezzamento di terreno.

L’uomo, appena giunto nel vigneto, ha subito notato la presenza di quattro individui che intenti a razziare il suo raccolto di uva qualità “Vittoria”. I ladri alla vista dell’uomo si sono dati alla fuga a bordo di due autovetture station wagon, una Opel Astra e una Fiat Stilo, auto immediatamente localizzate sulla SS. 514 in direzione di Catania.

I due sull’Opel Astra sono stati fermati, ma il guidatore della Fiat Stilo, nonostante sirene e lampeggianti attivati, ha pensato bene di tentare la fuga mantenendo una guida spericolata in contromano, nonostante la carreggiata fosse molto trafficata per la presenza di due Tir. L’auto è stata bloccata pochi chilometri dopo. All’interno delle autovetture dei malviventi i militari hanno rinvenuto arnesi da scasso e forbici per il taglio dei grappoli, cassette in plastica e dei teli sui quali avrebbero poi adagiato l’uva trafugata.


Correlati