Pista ciclabile, la buca che non ti aspetti

di Tonino Demana. A Catania sprofonda il tracciato riservato alle due ruote, la rabbia degli sportivi: “Non c’è rispetto per noi” 

Pista ciclabile, la buca che non ti aspetti

CATANIA – “Nel blu dipinto di blu, volare oh…”: a distanza di tanti anni dal successo di Domenico Modugno datato 1958, quel “volare” potrebbe riferirsi ad una rovinosa caduta nel bel mezzo di una giornata all’aria aperta.

Ironia a parte merita attenzione lo stato di degrado della pista ciclabile sul lungomare di Catania. E se qualcuno immagina un percorso in tutta sicurezza per gli amanti delle due ruote si sbaglia di grosso. Un punto, esattamente all’altezza di piazza Nettuno, balza all’occhio ed è visibile (per fortuna) grazie ad un cambio di colore nella sede riservata al passaggio dei mezzi a due ruote.

Proprio quel colore diverso è dovuto ad alcuni lavori realizzati qualche settimana fa che probabilmente non sono serviti o hanno accelerato il decadimento della strada. In poche parole si è formata una buca, ricoperta con un po’ di bitume. Un intervento tampone che comunque non mette al riparo da sobbalzi e cadute, specie in un punto che pian piano sembra sprofondare.

“In questa città non c’è rispetto per gli amanti delle due ruote – spiega Giovanni – persino la pista ciclabile è un percorso ad ostacoli”.

Gli fa eco Francesca che in sella ad una fiammante bici rossa aggiunge: “Ho rischiato di cadere per colpa di quell’avvallamento, la settimana scorsa sono arrivata con la ruota dentro e per poco non finivo in ospedale”.

Il Comune di Catania ha già diffidato la ditta affidataria dei lavori effettuati sulla sede stradale e sulla pista ciclabile per il ripristino dello stato dei luoghi.


Correlati