Catania, è morto il commendatore Maina

Il cerimoniere onorario della festa di Sant’Agata ad agosto avrebbe compiuto 90 anni. Camera ardente a Palazzo degli Elefanti, venerdì i funerali VIDEO

Catania, è morto il commendatore Maina

CATANIA – Luigi Maina non ce l’ha fatta. Il cerimoniere onorario del Comune e dei festeggiamenti di Sant’Agata è morto dopo una lunga degenza nell’ospedale San Marco di Librino. Il prossimo 2 agosto avrebbe compiuto novanta anni.

A partire dalle ore 12 e fino alle 20 verrà allestita a Palazzo degli elefanti per consentire ai cittadini l’estremo saluto. I funerali sono previsti, invece, per venerdì 24 luglio alle ore 10 nella Basilica Cattedrale. Il sindaco Salvo Pogliese ha disposto per domani il lutto cittadino e le bandiere a mezz’asta nel Palazzo degli Elefanti.

Figura sempre distinta, memoria storica della festa di Sant’Agata, si è occupato per anni del cerimoniale previsto dal Comune per la tre giorni dedicata alla Santa patrona della città di Catania. Punto di riferimento amato anche dalla curia catanese che in queste ore gli è stata accanto in ospedale.

Addolorato il sindaco Pogliese, che proprio stamattina, accompagnato dal presidente per le celebrazioni agatine Riccardo Tomasello, era andato a trovare Maina in ospedale.

“Con il cuore gonfio di tristezza e pianto partecipo ai catanesi la scomparsa del commendatore Maina, che pochi minuti fa è spirato nell’ospedale San Marco dov’era ricoverato. Catania perde una parte di se, scompare una memoria storica di servizio e amore verso il prossimo nel nome della devozione a Sant’Agata e della Città di Catania” dice il sindaco in una nota.

“Lo ricorderemo per come merita un grande uomo di fede e testimone diretto di una storia quasi centenaria, fatta di intelligenza e lungimiranza nel Municipio che egli ha custodito come fosse casa propria. Stringiamoci tutti insieme come una grande comunità, attorno a un personaggio che ha saputo fare del servizio al prossimo una ragione di vita :Catania è grata ora e sempre a Maina e faremo quanto necessario per conservare le sue azioni a perenne memoria”.

Anche l’ex sindaco, Enzo Bianco, ha ricordato la figura di Maina: “Lo conobbi 32 anni fa quando fui eletto per la prima volta sindaco della città di Catania. Fui io che mi inventai il titolo di Cerimoniere onorario, chiedendogli di restare in Comune e lasciandogli la sua stanza. E lo volli presidente del Comitato dei festeggiamenti agatini, dopo Ignazio Marcoccio, lui, vero depositario della fede e della tradizione agatina. Un personaggio vero della miglior Catania”.


Correlati