Adrano, stop a banda di pusher: 15 arresti

In manette anche minorenni, contestata l’aggravante mafiosa per aver agevolato il clan Scalisi: I NOMI – I VOLTI VIDEO 1 – 2

Adrano, stop a banda di pusher: 15 arresti

ADRANO (CATANIA) – Un banda di spacciatori, composta anche da minorenni, che operava ad Adrano, è stata sgominata dalla polizia di Catania che ha arrestato 15 persone.

Nell’operazione “The king” sono indagate a, vario titolo, dalle Procure Distrettuale e per i Minorenni di Catania, per associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di cocaina e marijuana, per reati in materia di armi e per estorsione. Ad alcuni è contestata anche con l’aggravante di avere agevolato la cosca mafiosa Scalisi.

Gli arrestati: Sebastiano Mario Di Stefano, 31 anni, Salvatore Giarrizzo, 29 anni, Claudio Barbera, 20 anni, Carmelo Caruso, 43 anni, Davide Caruso, 27 anni, Kristina Karaja, 22 anni, Giuseppe Gorgone, 20 anni, Vito Liotta, 22 anni, Vito Liotta, 29 anni, Mario Lucifora, 32 anni, Giuseppe Nicolosi, 33 anni, Natale Luca Parasiliti, 29 anni, Antonio Perni, 22 anni, S.D. e V.F. (all’epoca dei fatti minorenni).

Le indagini, avviate nel 2017, corroborate dalle dichiarazioni di tre collaboratori di giustizia, hanno consentito di scoprire come la banda fosse diretta dal pregiudicato Sebastiano Mario Di Stefano che, benché agli arresti domiciliari, aveva impiantato una lucrosa piazza di spaccio davanti alla sua abitazione nel centro storico di Adrano. Di Stefano si faceva chiamare “the king della marijuana”. A rifornire di droga era Salvatore Giarrizzo, ritenuto promotore e fornitore abituale della droga spacciata.

In base alle cessioni e alle consegne registrate, si è stimato che la piazza di spaccio avesse un volume d’affari pari a circa 1.000 euro al giorno. Tra i destinatari del provvedimento cautelare figura, inoltre, Alfio Rinaldi, nato a Catania l’8 gennaio del 1960, recentemente deceduto per cause naturali.


Correlati