Lite in famiglia, madre e figlio tentano di uccidere l’altro fratello

A Messina in manette una donna di 60 anni e un trentaquattrenne

Lite in famiglia, madre e figlio tentano di uccidere l’altro fratello

MESSINA – La polizia ha eseguito a Messina un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per una donna di 60 anni e per il figlio di 34, per tentativo di omicidio. I fatti risalgono al maggio scorso quando, a seguito di un banale alterco, entrambi aggredirono l’altro figlio della donna immobilizzandolo con le gambe e cingendogli le braccia con forza al collo fino a fargli mancare l’aria.

La madre inoltre lo colpì ripetutamente sul tronco e sulla testa con un pesante attrezzo da lavoro. La vittima ha riportato un trauma contusivo facciale con frattura delle ossa nasali, escoriazioni e contusioni diffuse, un trauma distorsivo alla caviglia con una prognosi di 30 giorni.

La presenza della moglie della vittima al momento dell’aggressione, che ha dato l’allarme e chiesto l’intervento delle Volanti, e l’ intervento di un poliziotto libero dal servizio, hanno impedito ben più gravi conseguenze.


Correlati