Ingresso vietato a stranieri: rivolta social

Ragazzi africani respinti all’Antico mercato di Marsala, anche il sindaco vede il filmato: “Episodio da condannare”

Ingresso vietato a stranieri: rivolta social

MARSALA – In un video girato con uno smartphone e pubblicato su Facebook un ragazzo africano denuncia che i buttafuori in servizio nell’Antico mercato di Marsala (Tp) ieri sera avrebbero impedito a giovani di entrare nell’area, uno dei principali luoghi della movida giovanile, solo per il colore della loro pelle.

Alle proteste dei ragazzi, uno degli addetti alla sicurezza ha risposto: “Io non sono razzista, io ho pure amici…”, aggiungendo che i giovani africani non potevano entrare “perché me lo dicono, non perché lo voglio… stasera mi hanno detto questo”.

Il giovane africano che ha pubblicato il filmato dice: “Non fanno entrare gli stranieri, è una vergogna, facciamo il video per provare”. Su Facebook dopo la pubblicazione  tanti commenti e la solidarietà di molti, alcuni dei quali parlano di “segregazione razziale”, mentre altri invitano a “boicottare” i locali dell’Antico mercato.

“L’episodio ci amareggia molto – scrive sul proprio profilo il sindaco Alberto Di Girolamo -: non contiene sfumature da interpretare. Condanniamo senza se e senza ma. Abbiamo inviato il video alla polizia municipale per i dovuti accertamenti, in seguito ai quali prenderemo gli eventuali provvedimenti del caso. Per il momento voglio rassicurare quanti leggono e si sono indignati per quanto verificatosi: Marsala crede nell’accoglienza e condanna discriminazioni di qualunque tipo”.


Correlati