Siracusa, donato ecografo per visite domiciliari e carceri

di Nuccio Sciacca – Intervento benefico del Rotary club a favore dell’Azienda sanitaria

Siracusa, donato ecografo per visite domiciliari e carceri

Il Club Rotary International sede Usa ha donato un ecografo portatile al Distretto sanitario di Siracusa che sarà utilizzato anche per i servizi domiciliari dei medici delle Usca e nelle strutture penitenziarie. La consegna alla direzione generale dell’Asp di Siracusa alla presenza del governatore del Distretto 2110 Sicilia Malta del Club Rotary Valerio Cimino e dei presidenti dei Club Rotary dell’area aretusea che hanno contribuito all’acquisto con quote volontarie.

Il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra ha espresso gratitudine nei confronti del governatore e dei soci del Rotary per l’attenzione che riservano all’Azienda sottolineando che “i rotariani non sono nuovi a questi gesti di apprezzabile liberalità e di alto valore sociale che dimostrano l’impegno di quanti si sentono parte integrante di un sistema pubblico cui apportare il personale contributo”.

La donazione dell’ecografo rientra in un progetto del Rotary International sede Usa denominato Global Grant, finalizzato a interventi di contrasto al Covid 19 in particolare per la regione Sicilia dove sono stati distribuiti sei ecografi. “Il Distretto Rotary è stato molto presente durante l’emergenza Covid – ha detto il governatore Valerio Cimino -, in pochi mesi abbiamo investito nel nostro territorio oltre 430 mila euro in parte per l’acquisto di materiale, dispositivi di protezione e attrezzature sanitarie oltre che per interventi sul fronte sociale nei confronti delle comunità. L’acquisto dei sei ecografi per la Sicilia è avvenuto nel momento in cui nascevano le Usca e, pertanto, si è pensato di dotarle di questa strumentazione destinata comunque a tutte le necessità della sanità territoriale per l’assistenza domiciliare”.

A confermarne la destinazione è stato il direttore del Distretto sanitario di Siracusa Antonino Micale, mentre il direttore amministrativo Salvatore Iacolino ha ricordato “la collaborazione reale e concreta che è certamente utile con un approccio versatile e un utilizzo adattabile a tutte le forme assistenziali soprattutto a domicilio”.

“Il gesto del Rotary – ha aggiunto il direttore sanitario Anselmo Madeddu – conferma la costante presenza e vicinanza che continua a manifestare nei confronti del sistema sanitario. Il segreto dell’azzeramento dei casi positivi al Covid 19 in questa provincia è rappresentato da un lato dai ricoveri precoci e dall’altro dalla terapia domiciliare precoce. La capacità diagnostica a casa del paziente da parte dei medici delle Usca è chiaro, in questo contesto, quanto sia importante e la dotazione di un ecografo portatile ne facilita il percorso”.


Correlati