Biancavilla: minaccia di morte i carabinieri vantando amici nella mafia e nell’Isis

Diceva di voler mettere una bomba in caserma per impaurire i militari: arrestato un 25enne

Biancavilla: minaccia di morte i carabinieri vantando amici nella mafia e nell’Isis

BIANCAVILLA – Biagio Triscari, 25 anni, è stato arrestato da carabinieri a Biancavilla per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane che era sfuggito, su una moto, a un controllo su strada di militari dell’Arma, era stato raggiunto vicino la sua abitazione per essere identificato ufficialmente.

Ha reagito violentemente e insultato gli investigatori che lo hanno ammanettato e condotto in caserma dove ha minacciato di morte un maresciallo reo, a suo dire, di ‘approfittare della divisa’ e di denunciare i carabinieri intervenuti per presunte lesioni.

Ma successivamente ha anche minacciato il medico del 118 giunto a bordo di un’ambulanza, intervenuta su sua richiesta, affermando, poi, che voleva essere visitato solo in ospedale. Triscari, ricostruiscono i carabinieri, avrebbe inoltre decantato la propria vicinanza alla mafia ed ai seguaci dell’Isis, ipotizzando il possibile collocamento di una bomba davanti la caserma. Il giudice in sede di convalida ha confermato l’arresto e posto il 25enne ai domiciliari.


Correlati