Nicolosi, riapre la porta dell’Etna

Accoglienza in sicurezza per turisti ed escursionisti, il sindaco Pulvirenti: “Abbiamo voglia di recuperare il tempo perduto”

Nicolosi, riapre la porta dell’Etna

NICOLOSI (CATANIA) – Nicolosi riparte e si prepara nuovamente ad accogliere i visitatori in tutta sicurezza. È questo il messaggio di ripresa divulgato dal sindaco Angelo Pulvirenti, che di concerto con tutta l’Amministrazione comunale e nel totale rispetto delle disposizioni ministeriali dovute alla pandemia da Coronavirus riapre il paese “porta dell’Etna” già da questo weekend. B&B, guide turistiche, negozi di abbigliamento, differenti esercizi commerciali ed i tanti ristoratori presenti nel territorio tornano a lavorare in un ambiente sanificato e con ampi spazi per consentire il distanziamento sociale.

“Ringrazio tutti gli imprenditori e gli esercenti che svolgono attività sul territorio e per il territorio. Adesso è tutto pronto per cominciare una nuova stagione, grazie ad una implementazione dei sistemi di prenotazione da remoto che eviteranno gli assembramenti per le attese”. “È forte – aggiunge – la voglia di recuperare il tempo perduto, di rialzarsi dopo lo tsunami economico causato dalla pandemia e fare tesoro degli insegnamenti derivanti dall’esperienza della quarantena”. Dal 14 giugno si torneranno ad effettuare le visite guidate di gruppo sull’Etna.

“Noi guide turistiche – spiega Umberto Marino, presidente Cai, sezione Catania – siamo lieti di riprendere a svolgere con passione il nostro lavoro con le mascherine sempre sul volto. Per queste prime escursioni, cercheremo di non allontanarci troppo, in quanto non è ancora consentito l’utilizzo dei bus per i gruppi numerosi. Potremo sfruttare solo le macchine che consentiranno lo spostamento, pienamente sicuro, di poche persone”.


Correlati