“La gente inizia a non capire”

I presidenti di Regione riuniti fino a tarda notte con Conte, ma le linee guida per le riaperture ancora non ci sono

La bozza in Sicilia: ok a catering e musei, lidi in stand by

Musumeci: “Fase 2 lunga, saremo flessibili”

“La gente inizia a non capire”

Le regioni chiedono a gran voce le linee guida al governo per indicare le modalità di riapertura a tutte le attività che ripartiranno da domani mattina. Ma ancora nessun segnale.

“Con tutti i presidenti di Regione italiani siamo tornati a riunirci adesso, a tarda notte, con il presidente del Consiglio Conte. Rivendichiamo il diritto di fare ripartire le attività economiche e iniziare il graduale ritorno alla normalità. Serve responsabilità. E chiediamo al governo centrale di recepire le nostre linee guida adottate da tutte le Regioni italiane. La mia ordinanza è già predisposta. Nessuno vuole fare strappi, ma la gente inizia a non capire” commenta su Facebook il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci.

Il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, al termine della riunione di stanotte con il premier Giuseppe Conte e i governatori sul Dpcm lascia intendere che è solo questione di ore.

“Nel corso della riunione di questa notte abbiamo svolto un lavoro intenso e molto utile per far ripartire il Paese in sicurezza. L’accordo, che riprende le linee guida delle Regioni per le ordinanze, sancisce ancora una volta la leale collaborazione tra regioni e governo. Ringrazio i presidenti per aver sempre ricercato una soluzione nell’interesse del Paese. Ci stiamo muovendo su un terreno nuovo e, spesso, serve da parte di tutti un’assunzione ulteriore di responsabilità”.


Correlati