Pusher catanese glaciale ma non abbastanza

Ramacca: continuava a spacciare droga ai domiciliari, il crollo al momento della perquisizione in garage

Pusher catanese glaciale ma non abbastanza

CATANIA – I carabinieri di Ramacca hanno arrestato il 31enne Rosario Epifanio Cirino, spacciatore di droga ai domiciliari che non aveva interrotto la sua fiorente attività dopo l’arresto. Anzi, aveva ideato invece più raffinate tecniche per salvaguardarsi da “sgradite sorprese” dei militari in occasione dei loro previsti controlli in casa.

I carabinieri però, avendo notato in più di un’occasione la breve sosta di probabili acquirenti in via Cappuccini, proprio nei pressi della sua abitazione, hanno deciso di andare a fondo per sciogliere ogni dubbio.

Sin da subito l’uomo ha ostentato una tranquillità quasi glaciale ma, quando i militari si sono andati a perquisire il garage ha inequivocabilmente cominciato a manifestare evidenti segni di sofferenza che, ben presto, hanno trovato la loro spiegazione.

Infatti nel vano destinato all’alloggiamento delle batterie di due lampade per la segnalazione di lavori su strada hanno trovato 125 grammi di cocaina, dei quali 87 in pietra, una dose di marijuana e un bilancino di precisione. Nel vano portacasco di uno scooter c’era poi la cospicua somma di 6.280, ritenuta provento dell’attività di spaccio. Cirino è stato ricollocato agli arresti domiciliari.


Correlati