Catania studia come riaprire i mercati

Incontro in prefettura: previsto un responsabile della sicurezza in ogni zona. Bus e mare: si cercherà di evitare assembramenti

Catania studia come riaprire i mercati

CATANIA – Il Comune di Catania sta esaminando i progetti per la riattivazione dei mercati storici e rionali. Lo ha comunicato il sindaco Salvo Pogliese intervenendo al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal prefetto Claudio Sammartino, sulle iniziative produttive e commerciali nel rispetto delle norme per il contenimento della pandemia di Covid-19.

Per prevenire problematiche di ordine pubblico e consentire ai commercianti di prodotti alimentari di svolgere le attività in sicurezza, il Comune si è impegnato affinché siano predisposte le misure organizzative necessarie a rispettare il contingentamento e il distanziamento degli acquirenti nonché le altre cautele anti Covid-19.

È stato raccomandato che venga tempestivamente attuata dall’amministrazione comunale un’adeguata attività informativa al pubblico per evitare assembramenti e che venga prevista anche la figura di un responsabile della sicurezza per ogni mercato, in modo da favorire l’osservanza delle regole da parte degli addetti.

La polizia locale effettuerà i controlli di competenza, le forze dell’ordine statali contribuiranno, almeno nella fase di primo avvio, a svolgere attività di supporto.

Altro argomento di particolare rilievo esaminato in sede di Comitato è stato quello delle eventuali problematiche derivanti dalla riduzione della capienza massima dei mezzi di trasporto pubblico che potrebbero provocare fenomeni di assembramento di cittadini. Il Comune sta impiegando volontari della protezione civile in alcuni snodi principali (piazza Borsellino, stazione centrale, Nesima) per informazione e comunicazione ai passeggeri sui dati per il mantenimento della distanza interpersonale e nella gestione dei flussi degli utenti.

Le forze dell’ordine presteranno particolare attenzione su eventuali assembramenti. Infine sono state date indicazioni per intensificare ulteriormente, nei giorni del prossimo fine settimana, le attività di vigilanza anche con mezzi aerei e navali soprattutto nelle zone rivierasche e marine di tutta la provincia, in modo da evitare assembramenti di cittadini o lo svolgimento di attività non consentite.

A conclusione della riunione le raccomandazioni del prefetto ai cittadini: “Quello che si avvia – afferma – è un periodo che, assieme alla ripresa di alcune attività e di alcuni comportamenti, richiede ancora maggiore responsabilità da parte di ciascuno per non vanificare i risultati significativi ottenuti e conseguenti ai sacrifici finora compiuti. È indispensabile accompagnare tale graduale ripresa con la vigile consapevolezza che le regole di distanziamento interpersonale, di cautela e le misure di sicurezza nei luoghi di lavoro devono essere rigorosamente rispettate per riacquistare altri spazi di libertà”.


Correlati