Dietrofront a Modica: il cimitero non riapre

Il sindaco: "In quarantena 12 cittadini venuti a contatto con un ragusano positivo al Covid, restiamo in attesa dei tamponi". VIDEO

MODICA (RAGUSA) – Il cimitero di Modica non riaprirà oggi come aveva annunciato nei giorni scorsi il sindaco Ignazio Abbate. Un’ordinanza che era stata stigmatizzata dagli altri sindaci dei comuni.
Il primo cittadino spiega la decisione col fatto che “ieri 12 cittadini si trovano in quarantena domiciliare perché venuti a contatto con un soggetto di Ragusa positivo al Covid 19”.
“Con grande rammarico – scrive sulla sua pagina Facebook Ignazio Abbate – visti i casi potenziali sul territorio modicano, mi vedo costretto a rallentare le operazioni di ritorno alla normalità, a cominciare dal cimitero. Fino a quando non avremo notizie certe circa l’esito dei tamponi, il cimitero resterà chiuso”.

“È mio dovere informare la cittadinanza che sono stati messi in quarantena i 12 concittadini modicani, tutti venuti a contatto con uno dei componenti del gruppo individuato a Ragusa all’interno di uno studio professionale. Nel frattempo ricominceremo la sanificazione delle strade del perimetro urbano e finiremo quelle agli ingressi e nei viali del cimitero. Purtroppo dobbiamo tenere a freno facili entusiasmi e restare concentrati sull’obiettivo, alla luce di notizie come questa tutto passa in secondo piano”, conclude Abbate.

scroll to top
Hide picture