Coronavirus, trend stabile in Sicilia

Il bilancio registra 27 malati in più, ma aumentano anche i tamponi effettuati. Contagi tra pazienti e personale sanitario, chiusi reparti negli ospedali di Siracusa e Augusta. Salgono a 12 i morti in Rsa Villafrati, deceduto 45enne a Messina. Italia: scendono ancora ricoveri in terapia intensiva

Coronavirus, trend stabile in Sicilia

In leggera crescita rispetto agli ultimi giorni il bilancio dei nuovi contagi di coronavirus in Sicilia. Sono 27 in più i malati contro i 10 di ieri, a fronte però di un numero maggiore di tamponi (2.538 contro 1.990).

Secondo il quadro riepilogativo della situazione nell’Isola, aggiornato alle ore 17 di oggi (giovedì 16 aprile), dall’inizio dei controlli i tamponi effettuati sono stati 42.405. Di questi sono risultati positivi 2.579 (+44), mentre, attualmente, sono ancora contagiate 2.108 persone (+27), 284 sono guarite (+11) e 187 decedute (+6).

Degli attuali 2.108 positivi, 573 pazienti (-17) sono ricoverati – di cui 48 in terapia intensiva (-1) – mentre 1.535 (+44) sono in isolamento domiciliare.

Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 129 (0 ricoverati, 2 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 115 (14, 13, 10); Catania, 600 (121, 70, 65); Enna, 292 (174, 25, 24); Messina, 370 (133, 48, 38); Palermo, 330 (71, 44, 25); Ragusa, 59 (5, 5, 5); Siracusa, 100 (49, 60, 14); Trapani, 113 (6, 17, 5).

ITALIA: SCENDONO ANCORA RICOVERI IN TERAPIA INTENSIVA. Sono complessivamente 106.607 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento di 1.189 rispetto a ieri, quando l’aumento era stato di 1.127. Calano ancora i ricoveri in terapia intensiva. Per la prima volta dal 20 marzo i pazienti nei reparti sono infatti scesi sotto tremila: ad oggi sono infatti 2.936, 143 in meno rispetto a ieri. Di questi, 1.032 sono in Lombardia, 42 in meno rispetto a ieri. Dei 106.607 malati complessivi, 26.893 sono ricoverati con sintomi, 750 in meno rispetto a ieri, e 76.778 sono quelli in isolamento domiciliare.

Le vittime da coronavirus sono 22.170 con un aumento rispetto di 525 unità (ieri +578). I guariti sono 40.164 (2.072 più di ieri, l’aumento dei guariti nel giorno precedente era stato di 962). Il numero dei contagiati totali in Italia – compresi morti e guariti – è di 168.941, con un incremento rispetto a ieri di 3.786.

RSA VILLAFRATI, I MORTI SALGONO A 12. Salgono a 12 le vittime per coronavirus ospiti della Rsa Villa delle Palme a Villafrati, il paese del Palermitano dichiarato “zona rossa” dal presidente della Regione Musumeci. Una donna di 88 anni è morta ieri sera. nel Covid Hospital di Partinico, dove era ricoverata da alcuni giorni. Nella Rsa sono stati registrati complessivamente 74 casi di persone positive al coronavirus, 60 tra gli anziani ospiti (12 dei quali deceduti) e 24 tra gli operatori della struttura. Intanto sono stati trasferiti nella notte a Partinico anche tre ex ricoverati della clinica Villa Maria Eleonora che da alcuni giorni erano ospitati al Covid hotel San Paolo Palace. Le loro condizioni non erano compatibili con la degenza nell’albergo.

A MESSINA DECEDUTO 45ENNE. Il coordinamento per l’emergenza coronavirus nell’area metropolitana di Messina informa che nell’ospedale C. Zodda di Barcellona PdG, dove si trovava ricoverato, è deceduto un uomo di 45 anni, già affetto da altre patologie e risultato positivo al Covid-19. Dall’inizio dell’emergenza sono pertanto 38 in totale i decessi di persone affette da coronavirus in città e provincia. Al contempo si sono registrate due nuove guarigioni di pazienti ricoverati per coronavirus all’ospedale Papardo di Messina. Si tratta di due donne di 70 e 49 anni.

SIRACUSA E AUGUSTA, CHIUSI REPARTI OSPEDALI PER CONTAGI. Chiusi per sanificazione i reparti di Medicina, Geriatria e Stroke unit dell’ospedale Umberto I di Siracusa e il reparto di Neurologia dell’ospedale Muscatello di Augusta. Provvedimenti necessari da parte dell’Azienda sanitaria provinciale dopo la serie di contagi che ha interessato pazienti e personale sanitario. Al Muscatello sono risultati positivi due pazienti: è scattato come da prassi il test del tampone per tutto il personale sanitario e due infermiere sono risultati positive, mentre tutti gli altri sanitari sono risultati negativi.

CROCIERISTA IN COVID HOSPITAL MARSALA. Un passeggero della nave da crociera Costa Deliziosa, attualmente all’ancora a circa due miglia dal porto di Marsala, è stato trasferito al Covid Hospital allestito all’ospedale Paolo Borsellino. Due mezzi dell’ufficio circondariale marittimo di Marsala si sono avvicinati alla nave, tornando poi accompagnati da un mezzo della Costa Delizia su cui è stato trasportato il passeggero. Sulla banchina, ad attenderlo c’era un’ambulanza del 118 per il successivo trasporto al Covid Hospital di Marsala.


Correlati