Catania, via alle domande per buono spesa

VIDEO Cibo per bisognosi, Pogliese scaricatore

Pubblicato l’avviso sul sito del Comune: 400 euro a famiglia, richieste entro il 10 aprile. Catania aiuta Catania: prime 400 consegne di pacchi. Strisce blu gratis fino al 13 aprile

Catania, via alle domande per buono spesa

CATANIA – L’amministrazione comunale di Catania, a fronte del nuovo bisogno assoluto di aiutare le famiglie in difficoltà per emergenza sanitaria determinata dal Covid-19, ha pubblicato sul sito internet del Comune www.comune.catania.it l’avviso per accedere alla solidarietà alimentare attraverso l’utilizzo di una card, spendibile per generi alimentari e/o beni di prima necessità presso gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa.

I fondi disponibili sono quelli assegnati al Comune di Catania da provvedimenti della Protezione Civile nazionale e dalla Regione Siciliana. La card avrà una disponibilità di 400 euro, di cui 300 euro per generi alimentari e 100 euro per prodotti di prima necessità.

La domanda/dichiarazione, pena la decadenza, deve essere redatta su apposito modello online, attraverso il seguente link: www.buonospesa-catania.it, anche accessibile dal sito istituzionale del Comune di Catania www.comune.catania.it, entro e non oltre le ore 12 del 10 aprile 2020.

Verrà tenuta in considerazione solo una domanda per nucleo familiare, la prima domanda recepita in ordine cronologico. Le modalità di consegna della card verranno comunicate con ulteriore avviso.

Con delibera della giunta Pogliese ieri su proposta dell’assessore ai servizi sociali Giuseppe Lombardo sono stati fissati i macro criteri per consentire ai cittadini di Catania in possesso dei seguenti requisiti di avere la card: persone e nuclei familiari che versano in stato di bisogno già noti ai servizi sociali; persone e nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza sanitaria che si trovano in stato di bisogno con mancanza di denaro/liquidità a causa della perdita di lavoro, dando priorità ai soggetti e nuclei familiari che disoccupati /inoccupati non beneficiano di sostegno pubblico (Rdc-Rei-Naspi-Indennità di mobilità-Cassa Integrazione Guadagni e altre forme di sostegno).

Si ricomprendono in tale categoria anche coloro che sono titolari di azienda in forma singola o associata e titolari di partita Iva che hanno dovuto chiudere o che hanno subito drastiche diminuzione di reddito, lavoratori occasionali che pur avendo contratti attivi, hanno subito una contrazione del lavoro; persone e nuclei familiari in stato di bisogno ma percettori di sostegni pubblici, solo dopo avere esaurito la platea dei soggetti e nuclei familiari di cui sopra.

CATANIA AIUTA CATANIA: PRIMI 400 PACCHI ALLE FAMIGLIE. Ha avuto inizio la distribuzione, al domicilio delle famiglie particolarmente bisognose, dei pacchi spesa contenenti generi alimentari di prima necessità, grazie ai fondi che si stanno raccogliendo con la campagna “Catania aiuta Catania” promossa dal sindaco Salvo Pogliese.

I primi quattrocento pacchi, forniti dal gruppo Arena-Decò, sono stati consegnati ai primi richiedenti a due giorni dalla presentazione della richiesta. Il primo è stato consegnato dal sindaco: “Abbiamo rotto ogni indugio e superato ogni passaggio burocratico – ha spiegato Pogliese – utilizzando i fondi della raccolta ‘Catania aiuta Catania’ che i catanesi stanno sostenendo con grande cuore e passione”.

All’esame dei funzionari dell’assessorato ai Servizi sociali ci sono poco più di un migliaio di richieste di pacchi spesa. Le domande verranno accolte fino a esaurimento scorte coerentemente ai fondi che verranno progressivamente versati nei prossimi giorni sulla piattaforma di crowdfunding https://www.gofundme.com/f/catania-aiuta-catania e sul conto corrente bancario IT43D0200816917000105890235 intestato a Comune di Catania. Le donazioni raccolte, a oggi, ammontano a oltre 160 mila euro, 50 mila euro li ha versati la Sidra.

STRISCE BLU GRATIS SINO AL 13 APRILE. La sospensione del pagamento del parcheggio sulle strisce blu della partecipata Sostare, in scadenza oggi, è stata prorogata al prossimo 13 aprile. Ulteriori slittamenti saranno possibili a seguito di nuovi provvedimenti nazionali di blocco delle attività aziendali. Inoltre, l’Azienda partecipata comunale Asec Trade, che cura la gestione dell’utenza del gas, ha sospeso fino al prossimo 30 settembre la fatturazione in acconto per i clienti della categoria “commerciale” (ad esempio: esercizi commerciali, bar, ristoranti, palestre, strutture ricettive turistiche, lavanderie).

POGLIESE: “MOMENTO CRUCIALE”. Tramite Facebook, il sindaco Salvo Pogliese ha nuovamente raccomandato alla cittadinanza di rispettare rigidamente le regole: “Le settimane che stiamo vivendo sono molto dure ma non possiamo arrenderci proprio adesso. Questo è un momento cruciale, dobbiamo tutti seguire rigidamente e responsabilmente le disposizioni delle Istituzioni per contenere, e sconfiggere, il Covid-19. Lo dobbiamo fare tutti per la nostra salute e per quella dei nostri cari. Uniti ce la faremo!”.


Correlati