Laurea in medicina ora è abilitante

Il decreto Cura-Italia mette in campo diecimila medici. Il ministro dell'Università, Manfredi: "Fondamentale per fronteggiare carenze del settore"

ROMA – Laurea in Medicina definitivamente abilitante alla professione medica. E’ quanto stabilisce il Cura Italia approvato oggi.
“Questo significa liberare immediatamente sul Sistema sanitario nazionale l’energia di circa diecimila medici fondamentale per far fronte alla carenza che lamentava il nostro Paese. Cogliamo questo momento di difficoltà per adeguarci per sempre e con positività anche alle esigenze di una società che cambia”, commenta il ministro dell’Università Gaetano Manfredi.
“Fronteggiare l’emergenza coronavirus significa dare risposte immediate ma con una visione che consentano all’Italia di guardare in prospettiva al medio-lungo periodo”, commenta il ministro dell’Università Gaetano Manfredi. Più in generale, spiega Manfredi, “l’Università rappresenta il motore dello sviluppo del Paese, la testa che guida verso il cambiamento e deve saper dare l’esempio a tutti gli altri”.
“Il sistema universitario ha sin dall’inizio mostrato grande collaborazione e capacità di adeguarsi rapidamente alle nuove esigenze poste da questa emergenza, e di questo ringrazio la Crui e tutti i rettori. In questa direzione, mi sono sentito di chiedere un ulteriore sforzo, sempre nell’interesse dei nostri studenti, a cui stiamo assicurando la continuità didattica, proponendo di posticipare anche il pagamento delle tasse universitarie al 30 maggio”, conclude il ministro Manfredi.

scroll to top
Hide picture