A Librino non rinunciano a vendere droga. In quattro scoperti a fare surf a Scoglitti

Controlli coronavirus. A Catania solito via vai di acquirenti nella Fossa dei leoni. A Palermo in 8 giocavano a carte in un magazzino

A Librino non rinunciano a vendere droga. In quattro scoperti a fare surf a Scoglitti

Ancora tante le infrazioni alle norme per contenere il contagio da coronavirus: ecco le più clamorose riscontrate dalle forze dell’ordine in campo in tutta la Sicilia.

A Catania controlli della polizia nel quartiere di Librino: denunciate 10 persone. In viale Grimaldi, comunemente noto come la “Fossa dei Leoni”, sono state sorprese e denunciate diverse persone che vi si erano recate per acquistare droga. Due pluripregiudicati sono stati fermati mentre sorseggiavano in strada una birra intenti a chiacchierare. A un altro pluripregiudicato, in strada per incontrare alcuni amici, gli è stata anche ritirata anche la patente. Tutti i denunciati erano ovviamente privi di mascherine e non rispettavano le distanze di sicurezza.

I carabinieri di Palermo hanno sorpreso e denunciato 8 persone, di età compresa tra i 40 e i 76 anni, che giocavano a carte e bevevano birra in un magazzino trasformato in bettola nel quartiere Uditore. La polizia, dopo i controlli amministrativi, ha sequestrato il locale.

Facevano surf a circa 200 metri dalla battigia nel litorale della Lanterna a Scoglitti, nel Ragusano: 4 persone di età compresa tra 22 e 49 anni sono state denunciate all’autorità giudiziaria dai carabinieri di Vittoria. Ai militari che hanno chiesto se fossero informati del divieto di fare attività sportiva e di uscire da casa senza un valido motivo, hanno risposto che ne erano a conoscenza ma che le condizioni del mare erano talmente favorevoli che sarebbe stato un peccato non approfittarne.


Correlati