Coronavirus, chiude l’aeroporto di Comiso

Stasera ultimo volo per Milano Malpensa, rientra tra i 25 scali dei 42 italiani riservati a situazione emergenziale

Coronavirus, chiude l’aeroporto di Comiso

COMISO (RAGUSA) – Chiude l’aeroporto di Comiso. Stasera l’ultimo volo dallo scalo del Ragusano per Milano Malpensa effettuato da Ryanair e poi il “Pio La Torre” si fermerà. A deciderlo il nuovo decreto ministeriale dettato dall’emergenza Coronavirus. Comiso rientra tra i 25 aeroporti dei 42 italiani chiusi “in ragione della situazione emergenziale”.

La chiusura arriva in un momento in cui il ‘Pio La Torre’ aveva puntato sul rilancio dell’aeroporto con i nuovi voli da e per Torino operati da Blue Air e con le nuove tratte per Berlino e Milano Malpensa di Easy Jet. Per il momento si ferma tutto.

Una notizia positiva per lo scalo arriva dalla pubblicazione della nota esplicativa per la continuità Territoriale da parte dell’Unione Europea. Si attende la pubblicazione del documento da parte di Enac che sancirà, per il mese di agosto, l’avvio dall’aeroporto di Comiso di due nuove tratte per Roma e Milano con prezzi calmierati riservati soltanto ai residenti in Sicilia.

“Il decreto era stato già fortemente sollecitato dal presidente nazionale dell’Enac Nicola Zaccheo – conferma l’amministratore delegato della Soaco, società di gestione dello scalo, Rosario Dibennardo – e ci trova tutti d’accordo alla luce della necessità primaria di garantire la salute sia di tutti i passeggeri che di tutti i lavoratori aeroportuali. Tenendo conto della situazione generale, il nostro auspicio è di tornare operativi con il volo per Torino tuttora confermato dalla Blue Air per il 6 aprile, mentre dall’8 aprile torneranno operative anche le rotte Ryanair da e per Milano Malpensa, Pisa, Bruxelles e Francoforte, insieme alle nuove rotte per Roma e Londra il cui avvio era originariamente previsto per il 29 marzo”.

La Soaco guarda al futuro, grazie al bando di gara per l’esercizio di servizi aerei di linea in conformità degli oneri di servizio pubblico finalmente pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea 12 marzo 2020. E’ il bando per garantire la continuità territoriale tra l’aeroporto di Comiso e gli scali di Roma (Fiumicino) e Milano (Linate, Malpensa o Bergamo Orio al Serio).

I vettori avranno due mesi di tempo per rispondere al bando e garantire queste rotte per due anni a partire dal 1 agosto 2020 a tariffe calmierate per i residenti in Sicilia (al massimo 38 euro per tratta per i voli su Fiumicino e 50 euro su uno dei tre scali milanesi, escluso Iva e tasse aeroportuali).

“Una buona notizia che si staglia all’orizzonte di questo periodo gravissimo che stiamo attraversando – commenta il sindaco di Comiso, Maria Rita Schembari – la pubblicazione del bando per le rotte di continuità territoriale, in un momento di crisi generale, ci fa ben sperare anche e soprattutto a sostegno della ripresa dell’economia di tutto il territorio. E questo, insieme alla piena ripresa dell’attività aeroportuale che attendiamo già per i primi giorni di aprile, ci consentirà di confidare anche in un incremento delle presenze turistiche nella stagione estiva”.


Correlati