Dietrofront: chiusi i mercati di Catania

Stop fino al 3 aprile. Pogliese: “Ci atteniamo al governo nazionale”. Minacce al sindaco su Facebook

Dietrofront: chiusi i mercati di Catania

CATANIA – Mercati storici, come la fiera e la pescheria, saranno chiusi da domani fino al prossimo 3 aprile. E’ quanto disposto dal sindaco Salvo Pogliese, che solo ieri aveva annunciato la decisione di tenerli aperti, sia pure con limitazioni. “Alla luce delle nuove interpretazioni del governo nazionale sulle iniziative da adottare per prevenire il contagio da coronavirus anche nei mercati all’aperto – dice Pogliese – abbiamo raggiunto questa intesa in video conferenza tra i sindaci delle città metropolitane italiane di autorizzare solo quelli recintati”.

Proprio in riferimento ai mercati, la polizia postale di Catania ha avviato un’indagine su un post pubblicato su Facebook in cui un utente scrive “Spara al prefetto, al sindaco mitraglia gli operatori”. Una relazione sulle indagini sarà consegnata alla Procura.

Inoltre per evitare situazioni di sovraffollamento negli uffici comunali, il sindaco etneo ha emanato un’ordinanza con cui limita il ricevimento solo a quelle procedure essenziali e non rinviabili, da concordare con il dirigente competente previo appuntamento e sempre nel delle misure minime di sicurezza. Nei casi di ordinaria amministrazione, invece, il ricevimento pubblico verrà svolto attraverso l’utilizzo della posta elettronica, senza recarsi fisicamente negli uffici e pertanto, ogni utente, per l’inoltro delle pratiche o richiesta potrà utilizzare l’indirizzo di posta elettronica certificata comune.catania@pec.it e gli indirizzi di posta elettronica o i numeri telefonici, per verificare lo stato di istruttoria e conclusione delle stesse.


Correlati