Catania

Festa della donna: sabato prossimo in via Monfalcone iniziativa ispirata a Sant’Agata e Battiato

Catania

CATANIA – Un manifesto di rispetto per la donna: così per l’intera giornata di sabato prossimo, la via Monfalcone di Catania diventa un percorso di riflessione, ma anche denuncia e memoria, aprendosi a un nuovo progetto dopo l’evento legato al passaggio della candelora di Sant’Agata dello scorso febbraio. Prendendo in prestito le parole del brano di Franco Battiato, “La cura”, la stilista imprenditrice Mariella Gennarino, con la collaborazione dei commercianti della via, firma l’iniziativa che “lascia il segno”.

Pensieri, parole, dediche rivolte alle donne, lasceranno infatti letteralmente il segno su cartoncini affissi sui pilastri della via Monfalcone. Con i pennarelli messi a disposizione dagli organizzatori, i passanti potranno depositare, nero su bianco, pensieri personali proseguendo le singole parole che compongono il refrain de La cura, “Perché sei un essere speciale e io avrò cura di te”, ciascuna scritta su ogni cartello fino a percorrere il tratto delimitato dai portici. “Questa giornata – spiega la Gennarino – ha il volto della nostra Sant’Agata, simbolo del coraggio e figura emblematica della non violenza sulle donne, e di tutte le donne che attraversano la vita di ciascuno: mogli, sorelle, compagne, figlie, sconosciute”.

Il percorso si snoderà fino all’atelier della Gennarino, dove si potrà scrivere direttamente sul muro perimetrale in maniera che questa giornata omaggio “possa rimanere nella memoria”, e dove di mattina si terrà la cerimonia di benedizione del murale che riporta l’effigie della santa patrona. Saranno presenti autorità civili e religiose. Toccherà al primo cittadino inaugurare il muro con un pensiero o il verso di una canzone dedicato alla donna.


Correlati