Si impappina in radio, social impietosi. “Medico esemplare, era emozionato”

Un intervento in diretta sul coronavirus scatena la caccia al primario di Gela. L'Ordine lo difende. VIDEO

CALTANISSETTA – L’emozione di parlare alla radio ha giocato un brutto scherzo a un medico gelese. Si impappina, sbaglia i nomi di alcune città e scivola sulla pronuncia di qualche termine, così Gaetano Orlando, primario del pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele di Gela diventa subito bersaglio dei social. “Non sono tollerabili gli insulti e le derisioni che da alcuni giorni vedono bersaglio sui mass media e sui social network un valido professionista che ogni giorno, da un trentennio, fa i conti con l’emergenza e si spende con impegno e sacrificio per salvaguardare la salute del prossimo. Condanniamo duramente le parole di scherno contro un uomo, apprezzato medico, ingiustamente preso di mira da chi confonde la satira con l’offesa personale, mettendone addirittura in dubbio le competenze mediche”.
Dura condanna dell’Ordine dei medici della provincia di Caltanissetta che, attraverso il presidente Giovanni D’Ippolito, esprime solidarietà al medico.

“Il validissimo collega è stato sbeffeggiato da giornali on line, utenti dei social e diverse trasmissioni satiriche televisive e radiofoniche nazionali, dopo la diffusione di un video in cui interviene come ospite in una trasmissione radiofonica locale sull’emergenza sanitaria legata al Covid-19, tradito da una evidente emozione durante la puntata in diretta davanti ai microfoni e alle telecamere”, aggiunge D’Ippolito.

scroll to top
Hide picture