Ragusa: a San Valentino un gesto d’amore

di Nuccio Sciacca – Medici e amministratori dell’Asp donano il sangue per i talassemici

Ragusa: a San Valentino un gesto d’amore

Nella giornata dedicata agli innamorati la direzione strategica dell’Asp di Ragusa insieme a dirigenti medici e amministrativi si sono presentati nella sede dell’Avis di Ragusa per effettuare la donazione. Tutti presenti all’appuntamento delle 8.30.

La delegazione capitanata dal dottore Giovanni Garozzo, direttore del Simt – Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale – dell’Asp di Ragusa, si è presentata nella sede all’Avis di Ragusa. Ad accogliere la nutrita delegazione il presidente dell’Avis comunale di Ragusa, Paolo Roccuzzo.

Un esempio di senso civico molto forte quello lanciato alla popolazione. È stato, dunque, un pieno successo l’iniziativa organizzata dall’Avis alla quale l’Asp ha partecipato con entusiasmo. Straordinario il personale sanitario e amministrativo dell’Avis che ha messo a disposizione tutte le competenze per garantire la massima assistenza, vista la numerosa presenza di persone.

“Oggi l’Avis comunale di Ragusa ha vissuto una giornata speciale con circa settanta donazioni, grazie all’ausilio dei dirigenti Asp, ma anche dell’associazione “Siemu a peri”. La mattinata, alquanto animata, è stata resa gradevole anche dalla donazione di diverse coppie di giovani che hanno voluto festeggiare San Valentino con una donazione esemplare – ha detto il presidente Paolo Roccuzzo -. Un segnale forte e positivo per la nostra comunità. La direzione dell’Asp impegnata a tutelare la salute dei cittadini ha voluto condividere il dono alla vita”.

E ancora: “La donazione è un importante atto d’amore, gratuito, volontario, anonimo e consapevole, così come recita lo statuto dell’Avis. Ringrazio l’Asp perché questo gesto, che fa molto onore, ci permettere di veicolare un importante messaggio che il sangue donato è un gesto di amore che aiuta persone che non si conoscono ma che ne hanno bisogno”.

Pienamente soddisfatto il presidente Roccuzzo ha voluto  sottolineare “come i donatori di oggi, in particolare i dirigenti dell’Asp, hanno compiuto un gesto altamente pedagogico degno di essere ricordato come modello di vita umana e civile”.

Con l’iniziativa di oggi si conferma la sinergia virtuosa tra l’Azienda Sanitaria di Ragusa e l’Avis che rafforza e promuove nelle persone una cultura di cittadinanza attiva, solidale, consapevole e responsabile.


Correlati