Discariche a cielo aperto e 14enne al lavoro

Catania. Sequestri e denunce a Librino: un operaio in nero aveva portato con sé anche il nipote minorenne. VIDEO

Discariche a cielo aperto e 14enne al lavoro

CATANIA – Due uomini che scaricavano materiale inerme da un furgone scoperto per abbandonarlo in strada sono stati bloccati e denunciati a Catania da personale del commissariato di polizia di Librino.

Gli investigatori hanno anche accertato che uno di loro aveva occupato abusivamente un immobile dell’Iacp per allestirvi un deposito illegale di rifiuti speciali. I due sono stati denunciati per raccolta, gestione e abbandono di rifiuti speciali sulla pubblica via.

Sono stati indagati anche per truffa aggravata per l’ingiusto conseguimento del reddito di cittadinanza e per l’invasione dell’immobile di proprietà dell’Iacp, che è stato sequestrato, così come il furgone.

I due hanno provveduto al ripristino dello stato dei luoghi. Il padre di uno dei due, intervenuto per tentare di minimizzare l’accaduto, è stato denunciato per l’occupazione abusiva di un altro garage dell’Iacp.

Durante ulteriori controlli la polizia ha trovato tre persone a bordo di un altro autocarro. Tra loro un operaio in ‘nero’ che aveva portato con sé il nipote di 14 anni, che non frequenta la scuola, per farlo lavorare nel trasporto e nella raccolta dei rifiuti speciali.

La madre del ragazzo è stata indagata in stato di libertà per interruzione della scuola d’istruzione dell’obbligo, i due adulti per sfruttamento del lavoro minorile.


Correlati