Ai domiciliari con un chilo di marijuana

Catania. Controlli a San Cristoforo: in manette 46enne già arrestato nel 2015 come esponente del clan dei Cursoti milanesi

Ai domiciliari con un chilo di marijuana

CATANIA – La Polizia di Catania ha arrestato Filippo Scaglione, 46enne pregiudicato, per spaccio di marijuana. Durante controlli a San Cristoforo, gli agenti hanno fatto irruzione in casa di Scaglione, in via Adele, dove il pregiudicato stava scontando gli arresti domiciliari.

Scaglione è stato sorpreso mentre lanciava dal balcone una grossa busta di plastica, subito recuperata dai poliziotti della Narcotici piazzati in strada. Dentro la busta è stato trovato un chilo di marijuana, in parte già confezionata in 249 “stecchette” di circa un grammo ciascuna, un bilancino elettronico di precisione, 510 euro in banconote di vario taglio.

Scaglione era già stato arrestato dalla Squadra Mobile nel 2015 per associazione di tipo mafioso (clan Cursoti Milanesi), associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga e per il tentato omicidio dell’esponente del clan mafioso Cappello-Bonaccorsi Orazio Pardo, 63 anni, commesso con altri esponenti dei Cursoti Milanesi, tra cui Francesco Di Stefano, detto “pasta ca sassa”, e Carmelo Di Stefano, di cui Scaglione è cugino.

Scaglione è stato portato nella casa circondariale Piazza Lanza in attesa del giudizio di convalida.


Correlati