Blitz anticontraffazione nei negozi cinesi

Nel mirino della guardia di finanza due attività a Termini Imerese e Balestrate

Blitz anticontraffazione nei negozi cinesi

PALERMO – Blitz anticontraffazione in due negozi gestiti da cinesi nel Palermitano. I finanzieri della compagnia di Termini Imerese hanno sequestrato oltre 33 mila prodotti cosmetici non conformi agli standard di sicurezza previsti dall’Unione europea, in un esercizio commerciale gestito da cinesi. Elevate sanzioni amministrative e la segnalazione alla camera di commercio e all’Asp.

Le Fiamme gialle di Partinico hanno sequestrato a Balestrate (Pa), in un grande magazzino cinese, oltre 32 mila articoli tra materiale elettrico e informatico, giocattoli, orologi, casalinghi, articoli per la casa e per il fai da te, anch’essi non conformi alla normativa sulla sicurezza, contraffatti e con il marchio Ce falso. Su tre lavoratori impiegati nell’esercizio, due erano in nero. Il responsabile è stato denunciato e segnalato alla Camera di Commercio e all’ispettorato del Lavoro.


Correlati